L’8 marzo: la donna celebrata in un modo diverso.

9 marzo 2014 a 18:40

Ieri abbiamo festeggiato, siamo state festeggiate, ci siamo dette auguri e mille altre delicatezze. Oggi?

Oggi più che mai regaliamoci delle domande, domande per raccontarci, per chiederci se siamo fiere di quello che siamo o stiamo diventando, domande per indignarci, se necessario.

Spesso abbiamo parlato, in queste pagine, delle donne, della violenza sulle donne, della colpa legata a questa condizione. Oggi, ancora, regaliamoci un po’ di tempo per fare i conti con quello che accade a tante donne, nel mondo: non nel medioevo, non a migliaia di km di distanza; qui vicino, tra l’indifferenza e, ancor peggio, la più bieca accondiscendenza compiaciuta.

Venerdì Melolog, trasmissione conosciutissima di Radio24, ha parlato delle donne. In un modo violento, tremendo, necessario. Regaliamoci il tempo per ascoltare quello che è stato detto, un pugno allo stomaco che non può lasciarci indifferenti. Facciamoci anche questo regalo.

Ascoltate!!!!

Giovanna Canegrati