Competizione o cooperazione?

26 luglio 2013 a 12:27

La competizione all’interno della stessa specie è ecologica, segue il principio darwiniano di selezione naturale: solo chi riesce ad ottenere privilegi sull’utilizzo di risorse limitate, sopravvive e garantisce la continuità genetica. Questo riguarda tutti gli esseri viventi sulla scala evolutiva, dai batteri in avanti.

Ma poi, circa 250 mila anni fa, è successo qualcosa, qualcosa che ha differenziato una specie dalle altre scimmie antropomorfe:  l’ Homo Sapiens ha iniziato a cooperare!

L’evoluzione permise di sviluppare la capacità di vedere l’altro conspecifico non solo come strumento per i propri fini utilitaristici, ma con una propria intenzionalità, imparando che, collaborando, i vantaggi sarebbero stati assicurati ad entrambi.

E così oggi l’uomo si trova ancora ingarbugliato nella rete ecologica della competizione, ma poi si orienta anche verso momenti di slancio evolutivo con gesti di cooperazione.

 

sport

Un corridore, vedendo il suo avversario fermarsi a pochi metri dal traguardo di una gara olimpionica, poiché pensava di essere arrivato, invece di sfruttare la distrazione e superarlo, gli si avvicinò e lo esortò a continuare rimanendo in seconda posizione, come era giusto che arrivasse.

Alessandra Preziosa

www.alessandrapreziosa.it